Il Wall Street Journal: gli investimenti dei Venture Capital sono saliti del 62% nel 2014

stockvault-dollars135472
Riportiamo qui un articolo del Wall Street Journal del 12 gennaio sugli investimenti dei VC nel 2014
 
I fondi hanno investito 32,97 miliardi di dollari, il totale più alto dal 2007 a oggi

Scott Voss di HarborVest Partners ha affermato che i rendimenti del settore del Venture Capital negli ultimi 24 mesi “sono stati alcuni dei migliori affari mai conclusi dai Venture Capital”

I fondi raccolti dalle società di VC hanno raggiunto nel 2014 i 32,97 miliardi di dollari, con un incremento del 62% rispetto al 2013 e il totale più alto dal 2007, dato che gli investitori cercano di trarre vantaggio da un mercato in fermento quale è quello del finanziamento alle startup e delle IPO.

I tassi di rendimento dei fondi di Venture Capital sono in aumento, 105 società finanziate da VC si sono quotate nel 2014, il numero più alto dal 2000, secondo il Dow Jones VentureSource.

I fondi di Venture Capital sono fatti di investitori istituzionali, come i fondi pensione, fondazioni e fondi di fondi, che affidano denaro alle imprese di VC che gestiscono gli investimenti e condividono i profitti con institutional limited partners (LP).

Scott Voss, investment manager presso HarborVest Partners, ha affermato che i rendimenti del settore del Venture Capital negli ultimi 24 mesi “sono stati alcuni dei migliori affari mai conclusi dai Venture Capital”.

L’interesse così forte degli investitori ha provocato un’impennata delle valutazioni private, con un numero da record di società in portafogli valutate nell’ordine dei miliardi di dollari, come Uber e Airbnb.

L’atmosfera ottimistica, però, è smorzata dal timore che alcune parti del settore del Venture Capital siano “inflazionate”. In Silicon Valley, si parla moltissimo di bolla delle startup e alcuni importanti Venture Capitalist hanno sollecitato le aziende del proprio portfolio a essere caute nelle spese.

Le società Lp, ancora memori della lezione imparata nella bolla delle dot-com, non sembrano correre alla cieca di nuovo verso la stessa asset class.

“Non abbiamo visto una grande rotazione istituzionale nel Venture, che è ciò che si vide nel 2000” ha detto Peter Denious, partner presso Flag Capital Management. I fondi di Venture quell’anno avevano raccolto 85,07 miliardi di dollari.

Otto fondi di Venture Capital da un miliardo di dollari o più hanno coperto 11,84 miliardi del totale 2014: il maggior contributo è stato apportato dalla società Tiger Global Private Investment Partners (2,5 miliardi). Technlogy Crossover Ventures VIII (growth investor) ha chiuso invece a 2,23 miliardi di dollari.

Il fundraising ha interessato tutti gli stadi di investimento, con società di Venture Capital focalizzate sull’investimento in early stage in crescita del 33,1%, in late stage del 41,1% e in multistage del 157,2%, secondo il Dow Jones LP Source. I VC multistage hanno raccolto di più (13,53 miliardi), seguiti dal funding sull’early stage (13.04 miliardi)

Questo articolo è stato scritto originarimente da Russ Garland sul Wall Street Journal: qui il link all’articolo originale.