Successo delle startup sportive e del tempo libero

Lo scorso mese all’Università di Trento si è svolta la finale europea di Global Sport Innovation Competition, manifestazione dedicata alle aziende innovative in campo sportivo.

A giocarsi la finale mondiale il prossimo agosto a Rio de Janeiro, cornice delle Olimpiadi estive, sarà Nothingbutnet, azienda che sviluppa strumenti di rilevazione di indici biomedici e di dettagli di gioco – come velocità e distanza percorsa – nel basket. La startup spagnola, che riceverà anche un finanziamento di 100 mila euro, ha avuto la meglio su altre nove concorrenti, ben cinque delle quali italiane.
Di cosa si occupano le aziende connazionali che hanno partecipato alla GSIC?

Inoxsail sviluppa tecnologie innovative per migliorare l’esperienza di vela; Triboom è una startup dedicata al crowdfunding e allo sviluppo di strategie di collaborazione tra società sportive-tifosi; Leaos ha ideato una bicicletta elettrica hitech e di desing; MySnowMaps è una società che sviluppa soluzioni energetiche legate agli sport invernali e CoRehab si concentra sulla strumentazione elettronica e di videogame con finalità ludiche e riabilitative.

Il successo della manifestazione è un ulteriore segnale della crescita del mercato dell’innovazione sportiva e del tempo libero il cui giro d’affari è stimato sui 250 miliardi di dollari. In questo quadro generale anche il settore italiano è in forte espansione: ne sono testimonianza, oltre l’alta partecipazione italiana alle fasi finali di Global Sport Innovation Competition, le esperienze di Fubles e Nextwin, che nei mesi scorsi hanno aperto due campagne su SiamoSoci.

Fubles, presente nel portafoglio di Club Italia Investimenti 2, è un social network che facilita l’organizzazione e la gestione di partite di calcetto, facendo risparmiare ai partecipanti tempo e denaro. Ad oggi ha coinvolto oltre 550 mila giocatori in quasi 180 mila partite giocate su 15 mila campetti in tutta Italia. Ha allargato il suo servizio anche in Spagna, Inghilterra, Francia, Germania, Argentina, Grecia e Australia e stretto collaborazioni con Adidas, RedBull, eBay e Nokia.

Per diventare socio di Fubles o di una delle 64 delle start up con soli 100 euro, partecipa all’offerta su Mamacrowd.

Nextwin è presente in Club Acceleratori, il Club che si avvale della collaborazione di acceleratori e incubatori d’impresa che segnalano le stratup più meritevoli provenienti dai loro programmi di accelerazione. L’azienda si dedica al gioco on-line con una particolare attenzione ai giocatori principianti e all’organizzazione di competizioni tra gli iscritti con premi finali reali. Ha chiuso partnership con alcuni dei principali bookmaker in Italia (William Hill, Betclic, Gazzabet, Paddy Power, SportYes, Bwin, GiocoDigitale e NetBet) grazie alla capacità di intercettare un target molto interessato alle scommesse e di veicolarlo verso i loro portali.

Per partecipare alla campagna di Club Acceleratori e diventare Business Angel visita il sito del Club.