Startup dell’editoria a raccolta: bando del Salone del libro di Torino

logo_salone_libro_high (1)

Che il vecchio “cultura vs innovazione” fosse un cliché è chiaro. Ma se anche fosse stato vero, sappiate che non è più così. Sono tantissime le startupinnovative, tecnologiche e non, come Gypsymovies – che  mettono al servizio di diverse arti le loro idee innovative. Anche il Salone del Libro di Torino, uno degli eventi culturali più grandi d’Italia, ha deciso quest’anno di dedicare uno spazio alle imprese innovative: Area Startup.

Insieme a Digital Festival, infatti, ha lanciato una Call internazionale rivolta a startup che lavorano in ambito editoriale e ne rappresentino la miglior innovazione: in particolare, grande attenzione a chi lavora per una nuova fruizione dei contenuti.

Come si partecipa alla selezione. C’è tempo fino al 15 marzo, per le startup nate dopo il primo gennaio 2011, per accedere al bando internazionale (l’application può essere fatta solo in inglese) per vincere servizi dal valore di 4000 euro. Perché sia considerata valida, oltre alla compilazione del form è necessario caricare il Curriculum Vitae del founder e il pdf di presentazione del progetto/prodotto che si intende presentare al Salone Internazionale del Libro. La partecipazione al bando è completamente gratuita.

In palio. Le startup che si candideranno per la Call avranno la possibilità di ospitate gratuitamente nell’area Book to the Future, in uno spazio riservato denominato “Area Start Up”, costituito da un’area espositiva delimitata e un’arena centrale dedicata ad attività esperienziali. Tra i servizi offerti spazi, incontri e possibilità di pitch. Se siete pronti a candidarvi, potete farlo sul sito di Digital Festival.

No Comments

Comments Closed