Gaming startup: 5 cose su Balzo

 

Sono arrivate la settimana scorsa in Italia i numeri da brivido su Supercell, la startup miliardaria protagonista del gaming mobile. Sulla nostra piattaforma ci sono tre ragazzi che inseguono lo stesso sogno: sono quelli della startup Balzo. Li abbiamo incontrati a Nana Bianca. Abbiamo giocato con le loro app. E ve li “riassumiamo” così:

Cosa dimostrano. Come funziona oggi il mercato delle app: i grossi player non mancano, ma un team indie può competere se propone piccoli prodotti curatissimi, e questa cura è riscontrabile nei feedback utenti.

Caratteristica più marcata. Producono giochi originali, o ispirati a giochi classici. Ad esempio, Kroms riprende un vecchio gioco, ma con una raffinatezza inestimabile nell’aspetto grafico e nella musica. E la soddisfazione piena sta nella retention, la metrica più importante: quanto gli user restano attaccati al gioco.

Problema del loro settore. La visibilità. Il mercato è ricchissimo e in espansione. Le possibilità ci sono, ma solo se si ha spinta iniziale per diventare visibili.

Perché Balzo è famosa. Apple ha nominato diverse volte i loro giochi come migliori della settimana.

Cosa amano del loro lavoro. Il trovarsi ciclicamente a ideare e progettare qualcosa di qualcosa di nuovo.

Il nostro preferito: Vincenzo, che nello stesso anno si è sposato e ha lasciato il proprio posto a tempo indeterminato. Good Luck!

Dove li trovate: su SiamoSoci!

Forse ti può interessare anche: Sogni di startup: essere Supercell, regina dei videogiochi su mobile

No Comments

Comments Closed