Chef dovunque, la startup dei primi piatti italiani

Chef Dovunqe

Non è una startup del mondo digitale, come quelle di cui si sente parlare più spesso sui giornali. Ma la startup attualmente in campagna su SiamoSoci, Chef Dovunque, ha dato vita a un prodotto innovativo, ha già coinvolto Business Angel e fondi di Venture Capital, in un settore che, in un momento come Expo 2015 ha gli occhi puntati addosso: quello del food.

Come dimostra questo grafico di Rosenheim Advisors, il capitale privato investito dal 2012 al 2014 in questo settore arriva infatti ai 5,3 miliardi di dollari.

In questo contesto, il team di Chef Dovunque ha creato un’azienda che assembla in pratici kit ingredienti biologici e made in Italy per poter ricreare a casa i migliori primi piatti regionali italiani, seguendo semplicemente le istruzioni riportate sulla confezione.

L’idea

L’idea nasce da uno dei fondatori, Antonio Ranaldo, durante un viaggio in Perù, in cui alcuni amici locali si offrono di preparargli un piatto della tradizione italiana: pasta. Ranaldo ricorda così l’evento:

La compagnia era simpatica ma il risultato gastronomico fu piuttosto deludente, per me traumatico. Il cuoco che è in me sentì di avere una missione da compiere: dimostrare che cosa fosse davvero un piatto di pasta. La sera dopo preparai per loro gli spaghetti al pomodoro con ingredienti che mi ero portato dall’Italia. Il risultato generò entusiasmo vivissimo e richieste di istruzioni precise per replicare il mio autentico piatto italiano.Così, per gioco, improvvisai una scatola con gli ingredienti e le istruzioni. In quell’istante ebbi una folgorazione: come sarebbe stato bello poter proporre le ricette italiane in questo modo, con un kit semplice, ingredienti di qualità e istruzioni chiare. Non cibi pronti, surgelati o precucinati, ma tutto quello che serve per cucinare bene.

I risultati raggiunti e i business angel coinvolti

Sono nati proprio così  i kit di Chef Dovunque: na soluzione pratica, protetta da Brevetto Industriale. I kit sono commercializzati, da fine 2014, nei punti vendita di insegne della GDO come IperCarrefour Nazionale, IperCoop Tirreno, Moderna-Etè Campania e anche attraverso la piattaforma e-commerce proprietaria. A credere in questo progetto sin dall’inizio (a Giugno 2013), Vertis sgr, fondo di venture capital, oltre ad alcuni business angel a cui si aggiungono quelli che Chef Dovunque sta incontrando sulla piattaforma di SiamoSoci. 

A convincerli, il fatto che a settembre 2014, al termine della fase di ricerca e sviluppo, si è giunti al prodotto finito. In questi mesi l’azienda ha già ottenuto importanti risultati: il fatturato medio mensile nel periodo Gennaio – Aprile 2015 è cresciuto del 61% rispetto a quello del secondo semestre 2014 e il numero di punti vendita in Italia coperti a maggio 2015 è raddoppiato rispetto a dicembre 2014.

Dall’apertura della sua campagna di visibilità, il team di Chef Dovunque ha raggiunto il 32% della propria campagna, ottenendo dai business angel un interesse quantificabile in 95.000 euro. C’è tempo fino al 22 agosto per sostenere la sua campagna e farla arrivare al 100%: potete scoprire di più visitando il profilo su SiamoSoci.